Assegno di maternità.

Pubblicato il 26 marzo 2020 • Sociale

Modalità di richiesta

Per la compilazione della dichiarazione sostitutiva unica e dell'attestazione ISEE il cittadino può rivolgersi ad un Caaf - Centro Servizi - convenzionato. Il servizio è gratuito. La domanda va indirizzata all’Ufficio Servizi Sociali, entro 6 mesi dalla data di nascita del figlio o del suo ingresso nella famiglia anagrafica, in casi di adozione o affidamento preadottivo. N.B. Il termine per presentare o apportare eventuali integrazioni (salvo i casi di attesa di permesso di soggiorno valido ai fini dell'istruttoria della domanda stessa) non può superare i sei mesi dalla nascita del minore o del suo ingresso nella famiglia anagrafica, in casi di adozione o affidamento preadottivo.

Requisiti del richiedente

L'assegno di maternità, concesso dal Comune ed erogato dall'INPS, è una prestazione monetaria rivolta alle donne che, per lo stesso evento, non abbiano fruito di altra indennità di maternità o ne abbiano percepita una d'importo inferiore a quello dell'assegno stesso. In quest'ultimo caso le lavoratrici interessate possono avanzare richiesta per la concessione della quota differenziale.

Per l'anno 2019 l'importo mensile dell'assegno è di € 346,39 per complessivi € 1.731,95 che saranno erogati in un'unica soluzione.

Per l'anno 2020 (per i parti avvenuti con decorrenza 1° gennaio 2020) l'importo dell'assegno è di € 348,12 per per complessivi € 1.740,60 che saranno erogati in un'unica soluzione.

L'assegno di maternità può essere richiesto dalle madri, residenti nel Comune di Marrubiu, che sono:

  • cittadine italiane,
  • cittadine comunitarie
  • titolari di permesso di lungo periodo (ex carta di soggiorno),
  • familiari di cittadini comunitari,
  • titolari dello status di rifugiato o della protezione sussidiaria,
  • apolidi e loro familiari,
  • titolari di permesso unico lavoro e loro familiari (DLGS 40/2014).

Ulteriori requisiti:

  • che la domanda sia presentata al Comune di residenza della richiedente nel termine perentorio di 6 mesi dalla data di nascita del figlio o dalla data di ingresso del minore nella famiglia anagrafica della donna che lo riceve in affidamento preadottivo o in adozione senza affidamento;
  • non beneficiare di alcun trattamento previdenziale di maternità oppure percepire un trattamento previdenziale (astensione obbligatoria di maternità erogata dall'INPS o altro ente previdenziale) di importo inferiore a quello erogato dal Comune;
  • che la richiedente sia residente nel territorio dello Stato al momento della nascita del figlio o dell'ingresso nella propria famiglia anagrafica di un minore ricevuto in affidamento preadottivo o in adozione senza affidamento;
  • che il figlio o il minore in affidamento preadottivo o in adozione senza affidamento sia regolarmente soggiornante e residente nel territorio dello Stato;
  • che la domanda sia presentata dalla madre legittima o dalla madre naturale che abbia riconosciuto il figlio, oppure dalla donna che ha ricevuto il minore in affidamento preadottivo o in adozione senza affidamento, oppure da uno dei soggetti indicati negli Approfondimenti;
  • che il nucleo familiare della richiedente presenti un Indicatore della Situazione Economica Equivalente (ISEE) calcolato ai sensi del d.p.c.m. 159/2013, non superiore, per le nascite, gli affidamenti preadottivi e le adozioni senza affidamento avvenuti dal 1.1.2019 al 31.12.2019, a € 17.330,01.
  • Il valore dell'Indicatore della Situazione Economica Equivalente (ISEE) per l'anno 2020 (parti 2020) è determinato in € 17.416,66

Ai sensi dell'Art. 11 del Decreto Ministeriale n.452/00 l'assegno può essere richiesto da soggetti diversi dalla madre. In tali casi è necessaria la compilazione e la presentazione del Modello 1.

Documentazione da presentare

  • Modulo Domanda;
  • Fotocopia di un documento di identità valido: carta d'identità, patente di guida, passaporto;
  • Attestazione ISEE Minorenni in corso di validità al momento della presentazione della domanda;
  • Permesso di soggiorno valido o copia ricevuta di avvenuta richiesta del permesso, per i richiedenti cittadini di paesi terzi
  • Modello 1 se il richiedente è diverso dalla madre (art. 11 Decreto Ministeriale n. 452/00)

Il modulo domanda dovrà essere compilato in ogni sua parte e corredato dalla documentazione indicata.

Tempi

Il Comune provvederà con proprio provvedimento, entro 45 gg dal ricevimento dell'istanza, alla concessione /diniego dell’assegno di maternità. L'elenco degli aventi diritto sarà poi trasmesso all'INPS, che provvederà al pagamento del beneficio economico con le modalità e la tempistica individuate dallo stesso Istituto Previdenziale.

Normativa di riferimento

PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI DECRETO 21 dicembre 2000, n.452 Regolamento recante disposizioni in materia di assegni di maternità e per il nucleo familiare, in attuazione dell'articolo 49 della legge 22 dicembre1999, n. 488, e degli articoli 65 e 66 della legge 23 dicembre 1998, n. 448.

Riferimenti e contatti

  • Ufficio Servizi Sociali
  • Responsabile: Dr.ssa Felicina Deplano
  • Referente: Sig.ra Patrizia Coccodi
  • Indirizzo: Piazza Roma, 7 – 09094 Marrubiu
  • Mail:patrizia.coccodi@comunemarrubiu.it

AVVERTENZE

Per l'emergenza Covid-19 (Coronavirus) la presentazione delle domande potrà avvenire esclusivamente inviando le istanze per le prestazioni per posta elettronica all’indirizzo protocollo@comunemarrubiu.it o all’indirizzo pec: protocollo@pec.comunemarrubiu.it

le richieste di informazioni all’Ufficio: patrizia.coccodi@comunemarrubiu.it

Modello 1 - Dichiarazione
Allegato formato pdf
Scarica
Modulo Domanda Assegno Maternità
Allegato formato pdf
Scarica